Statistiche
Contatti:      Presidente - lessonabiketeam@libero.it                      Webmaster - info@lessonabiketeam.it
Archivio Foto
Prodotti Home Sponsor La Storia La Scuola di MTB Il Team Tesseramento A.S.D. Lessona Bike Team
12 luglio 2015 Casapinta XC Vai alla Pagina
Attenzione: Sono state istituite nuove categorie per i tesserati ACSI Saranno in vigore dal 01.01.2016 Abbiamo allegato un documento .pdf Prendete buona nota!  
Corso di Mountain Bike 2016 Abbiamo creato una nuova pagina con tutte le informazioni relative al corso. Per la pagina cliccare in alto a sinistra sul pulsante “La scuola di MTB”.
XC Piemonte Cup Il maltempo concede una tregua a S.Anna Di Monteu Roero Domenica 29 maggio: Nonostante le previsioni meteo non fossero delle più invitanti per correre tra le vigne del Roero, abbiamo comunque deciso di partecipare a una delle ultime prove che assegnavano punti top class prima dei campionati italiani, attirati anche dalla conoscenza della validità della gara e dalla disponibilità degli organizzatori e degli sponsor. Fortunatamente la pioggia non è arrivata come si pensava e il percorso era in ottime condizioni e addirittura polveroso come poche altre volte. Le variazioni al tracciato lo hanno reso ancora più divertente della altre edizioni con molta più alternanza tra salita e discesa e alcuni nuovi divertenti single track. Dopo la gara abbiamo ben volentieri usufruito ancora una volta del comodo servizio navetta per una rilassante doccia calda proprio mentre cominciava ad arrivare la temutissima pioggia. Le premiazioni e la usuale e piacevole lotteria hanno concluso una bella giornata che ci ha anche visti portare a casa ottimi risultati:
M.B MTB Cup Domenica piovosa anche per il Master MTB “Gara di Cavaglia di Breia..... gran bel percorso, bellissima gara.... si parte come al solito, le previsioni, naturalmente azzeccate, davano il diluvio universale, fortunatamente solo un po' di pioggia accettabile verso la meta' del secondo giro. ci si ritrova come sempre, iscrizione e 4 parole con gli amici/rivali, vedo con piacere che gli amici raf e michele, nonostante il furto subito delle fide mtb, sono di nuovo in sella, non commento questi furti perché mi censurano. 9.25, si va in griglia, mi sono scaldato poco, pronti e via, si parte in salita, e che salita! le mie gambe, mi mettono subito davanti la settimana lavorativa, in pratica mi dicono "mo' so cazzi tuoi, non collaboriamo".... vedo raf che va via subito sulla salita costante, piuttosto lunga, circa 4/5km, ma me lo aspettavo, poi mi raggiunge pippi, e se ne va pure lui, poi michele... ok, oggi non va proprio.... si va su, sempre piu' su..... faccio una fatica bestiale, poi inizia il sentiero in discesa, e qui il divertimento... bellissimi single track in saliscendi e discesa, ed iul terreno tiene bene, al momento non piove, si va fino alla fine del primo giro, ed inizio ad intravedere pippi, piano piano sulla lunga salita del secondo giro lo raggiungo, facciamo un pezzo insieme, poi in discesa allungo su di lui, a meta' del giro inizia a a piovere deciso, il terreno diventa piuttosto insidioso, soprattutto sui tratti in discesa tra i sassi dei vari sentieri, riesco a recuperare su un paio di avversari e piano piano si va
verso l'arivo, naturalmente in cima a diversi strappi in salita..... arrivo indenne, e gia' questo va bene, raf un paio di problemi ed una foratura, ma mi ha tenuto dietro, comunque bella gara su un percorso da vera mtb come ai vecchi tempi, e soprattutto non ci siamo fatti male..... non so ancora le posizioni e la classifica finale della coppa primavera, ma credo di essere quarto..... alla prossima.... la mitica Biella Oropa.....” Mauro Gallone I Risultati: 30 Cappelletto Raffaele 6 gent1 32 Gallone Mauro 8 Gent1 34 Pipistrelli Massimiliano 9 vet2 Rotta Maurizio - Ritiro per problemi fisici. 27 Grendene Monica 3 DonneB (2 giri)
GF Rampignado Domenica 5 Giugno 2016 A Bernezzo (CN) è andata in scena la 23^ edizione della Rampignado, quinta prova della Coppa Piemonte 2016. A tagliare per primo il traguardo è stato il colombiano Diego Arias Cuervo che già sulla prima salita, con grande regolarità, stacca tutti gli avversari. In campo femminile la neo campionessa italiana marathon Valentina Frasisti bissa la vittoria dello scorso anno. La gara è stata condizionata dalle avverse condizioni metereologiche che hanno reso viscido e fangoso il percorso, al punto che gli organizzatori hanno dovuto eliminare l'ultima discesa tecnica “Degli Abissi” e deviare i biker verso la strada bianca meno divertente ma sicuramente meno rischiosa. La pioggia caduta copiosamente in settimana in tutto il Piemonte ha tenuto lontano molti biker. In Piazza Martiri della Libertà di Bernezzo poco più di 300 bikers si sono presentati al via, tra questi anche due nostri portacolori, Ioppa M. e Fangazio A. La giornata è stata soleggiata e calda e tutto si è svolto con la massima efficienza. Ore 10,00 puntuali si parte ed è subito bagarre per cercare di rimontare posizioni visto che sia Marco che io non siamo molto avanti nelle griglie di partenza, visto che il lungo tratto di trasferimento su asfalto lo permetteva, dopo circa 4 Km si incomincia a salire sempre su asfalto ed è lì che Marco mi raggiunge e mi saluta, taglierà il traguardo 30° ass. e 6° di cat. EMT in 2h29,27 un risultato di tutto rispetto perchè ottenuto in una giornata poco fortunata dal punto di vista fisico per problemi gastrointestinali. La mia gara è stata più accorta, vuoi per le condizioni del tracciato, per il percorso
Rally MTB Alpi Biellesi Sabato 4 giugno si è corsa la 1^ rally mtb Alpi Biellesi,  gara che copia il classico rally automobilistico con trasferimenti e tratti cronometrate. Purtroppo il meteo non era dei migliori e durante le iscrizioni sembrava che la pioggia ci avrebbe dato una tregua, ma era solo una illusione e le mie incertezze se prendere parte all'evento erano titubanti, ma visto che ero lì e mi dispiace per l'organizzazione mi sono deciso ad iscrivermi , ma con stupore noto solo 4 atleti ed io ero il quinto,  ma sul filo di lana si è aggiunto il sesto. Fin da subito abbiamo fatto amicizia e la cosa era un po' surreale con solo 6 partenti, ma la kermesse si vedeva che era stata organizzata alla grande e alle 11 è partito il rally. Trasferimento di 1,5 km tutta salita e via con la prima speciale di 2,5 km,  tratto in leggera discesa e poi via in falso piano a spingere sui pedali,  purtroppo mi sono fatto prendere dal momento e non mi sono fermato al controllo orario, pazienza i giudici mi hanno assegnato il giusto tempo.  Poi altro trasferimento di 6 km,  salita su asfalto con pendenza abbastanza impegnativa che ci ha portato al santuario di Graglia poi strada sterrata pianeggiante,  dove siamo arrivati alla ps 2, dove il buon Gianni Ricorda ci rincuorava e ci spronare,  in quel momento la pioggia era battente e via, partenza, 1 km in discesa bruttissima su ciotolato da spaccarsi la testa (fatta a piedi)  e 1 km di salita.  Altro trasferimento di 8 km tra pascoli e cascine dove la pioggia a dato il meglio di sé,  ci siamo dovuti fermare in una cascina perché andare avanti era pazzesco, i sentieri erano ruscelli, ma ci siamo fatti forza e via sotto il diluvio fino alla partenza della ps 3. La ps è  la strada del trenino che sale fino a Oropa bagni,  dove era il fine ps,  tratto tutto in salito con pendenza costante dove bisognava dosare le forze,  ma più si saliva e più il freddo si faceva sentire.  Finita la prova abbondante ristoro fuori dai cancelli del santuario di Oropa,  tempo di fare due preghiere e via per altri 8 km
di trasferimento quasi tutti in discesa,  lungo la strada del trecciolino ed eccoci all'inizio della ps 4 tutti infreddoliti e dove le forze iniziavano a mancare. 3 2 1 via parte la ps,  1km in discesa su sassi e 1,5 km di salita dove pedalare era un dilemma, fango e acqua non facevano divertire,  altro trasferimento di pochi km e pronti per la partenza della ps 5 tratto in discesa e poi falso piano e finalmente arriviamo a Graglia e via su strada asfaltata fino al centro polivalente di Netro,  dove una bella doccia calda ci attendeva e un ricco ristoro ci aspettava tra gli applausi degli organizzatori,  dei volontari e dei residenti,  venuti a vedere chi erano questi temerari che hanno avuto il coraggio di sfidare le intemperie. Alle ricche premiazioni della tappa, risultavo quinto assoluto e primo di categoria. Bellissima disciplina quella della formula rally, sicuramente il prossimo anno è da riprovare e invito tutti a partecipare.  Un saluto a tutti. Il temerario Rotta Maurizio
Amedeo Iobbi 5° Elitesport Andrea Perini 2° M2 Atisc Salvetti 8° M4 Alessio Fangazio 2° M5
Rosta e i giovanissimi 5/06/2016 Gara giovanissimi di Rosta, nata sfortunata.  Bici di Samuele Zordan col freno che dopo qualche giro di ricognizione, non frena più. Ha fatto la gara con quella di un altro. Michael Savoi col freno anteriore che fa i capricci. Tende a bloccarsi. Partenza g1 Nicolò si dimentica che ha il cambio, ma se la cava bene, buon piazzamento. Silvestrini, primo giro in testa, allunga, poi cede per troppo allenamento in settimana. Ottimo piazzamento anche per lui. G3 con quattro partecipanti. Vedo un evidente miglioramento tecnico, manca il ritmo e la resistenza, ma non posso pretendere dopo pochi mesi di preparazione. G5 Davide e Federico prima e seconda fila in griglia. Abbiatico  parte bene, alla 3 curva lo buttano a terra in due e altri da dietro lo centrano nella schiena e gli passano sopra. Si ritira aveva male poverino. Ballada Federico un po meglio delle altre volte, molto più scaltro delle precedenti gare. Lavorerò di più sulla resistenza. G6 Michael oltre al problema tecnico, prima fila ma quello a sinistra lo tocca col pedale e gli spacca il cricchetto della scarpa. 5 giri da 950 mt con un dislivello mica da ridere ma con un recupero da paura, è stato bravissimo. Tecnica buona ma ha bisogno di un po più di fortuna. Il percorso creato dalla Ciclistica Rostese ha presentato diversi tratti altamente tecnici. Nessun ragazzo ha avuto problemi a superarli, gobbe, radici, sassaia, salite e discese verticali, salti single-track, ecc. Non posso che essere soddisfatto del lavoro fin qui eseguito.  Il tecnico, A. C.
Biella-Oropa Torna la cicloscalata più difficile della stagione. Sabato 11giugno. E’ sabato mattina, verso Biella, in su, le montagne non si vedono nemmeno, solo nubi scure e minacciose. Le previsioni meteo erano esatte, a Oropa piove alla grande. Ci troviamo a Biella per iscrizioni e partenza, quindi puntuali alle 15.00 si parte tutti insieme, tranne donne e giovani che partono un minuto staccati. Soffro le scalate lunghe e le gare il sabato pomeriggio, infatti la mia partenza è pessima, non riesco a far girare le gambe e sento un mattone nello stomaco. Raffi parte a razzo e quasi non lo vedo più, davanti a me Anselmo, Massimiliano e Mauro che tengono un buon passo ma fatico a raggiungerli. Superato il parco del Bellone insieme a Giampiero, un breve tratto d’asfalto poi giù verso il torrente che porta al Gallinit. Qui è un delirio di fango, praticamente impossibile da pedalare, anche per la presenza di molti ponticelli in legno con gradini. Usciamo da questo inferno sulla via Gallinit che porta alla Burcina, qui il mio motore incomincia timidamente a svegliarsi, raggiungo Ansi e Mauro che come al solito fanno a spallate, Raffi ormai mi ha dato 2min e lo vedo già in cima alla salita. Arrivo alla discesa, l’unica un po’ tecnica e a tratti scivolosa, ci metto tutta la prudenza possibile. Si sale di nuovo e qui si soffre con delle pendenze del 14%. Arrivo al Favaro, sottopassaggio, il pratone e il muro della pineta da fare a piedi, impossibile pedalare. Finalmente ecco la
vecchia tramvia, cioè, ciò che ne resta, siccome i biellesi, più di 50 anni fa hanno deciso di demolirla, perdendo per sempre un opera di inestimabile bellezza...! Finalmente trovo il mio passo, raggiungo e supero almeno quattro atleti ma ormai il mio tempo è alto. Arrivo ad Oropa tirando al massimo e taglio il traguardo in 1h21:42, ovviamente insoddisfatto ma  consapevole che per raggiungere obiettivi bisogna lavorarci sopra,  quest’anno purtroppo gira così. Il tempo di Raffi è migliore, 1:19:38! Arriva anche Anselmo in 1:26:25, Mauro in 1:27:46, Giampiero in 1:28:54, Massimiliano in 1:30:30. Chiude Monica in 1:46:51. TUTTE LE CLASSIFICHE
a me sconosciuto ( è la prima mia Rampignado in 22 anni di gare), sono così giunto alla fine 114° nella generale e 10° in cat. M5, e anche questa è andata, adesso c’è una settimana per recuperare, perché il prossimo week-end si partecipa alla prova unica di Campionato Italiano XCO a Courmayeur (AO). Alessio Fangazio
Campionati Italiani FCI MTB Quest’anno Courmayeur ospita la manifestazione più importante dell’anno. 11-12 giugno - Quest'anno è toccata a Courmayeur l'organizzazione della più importante manifestazione XC dell'intero calendario nazionale e, con le premesse della bellissima gara dell'anno scorso, il risultato è stato eccellente sotto ogni punto di vista. L'unica cosa che poteva rovinare la festa era l'instabilità meteo di questo periodo ed infatti, nella notte prima delle gare amatoriali, la pioggia non si è fatta attendere. Dopo aver provato lo splendido percorso perfettamente asciutto al venerdì pomeriggio ero abbastanza preoccupato di quello che avremmo trovato al mattino e il cielo non prometteva niente di buono. I commenti di Atisc, che ha disputato la prima gara alle 9:00, non erano rassicuranti: "...non si sta in piedi..." suonava come un brutto augurio di una gara da disputare quasi totalmente spingendo la bici visti anche i numerosi passaggi tecnici. Lui avevo visto in prima persona le condizioni del terreno peggiorare con il perdurare della pioggia. Conclude 13° tra gli M4. Mentre mi preparavo e facevo riscaldamento l'acqua continuava a cadere e nemmeno la temperatura faceva venire quella gran voglia di correre ma, visto che il fango c'è per tutti, tranne che per quelli che si sono rifiutati di partire forse con poca voglia di misurarsi coi propri limiti, ci siamo fatti coraggio in griglia di partenza e, dopo aver collegato il cervello, siamo partiti. Il primo giro è stato difficile, la pur modesta pioggia caduta fino ad allora aveva trasformato il bel fondo battuto della prima salita in una poltiglia scivolosa che si incollava ai copertoni e non ti faceva stare in piedi. Dopo un po' di traversi e di tratti a piedi ho affrontato la prima discesa con le dovute precauzioni ma vedevo che le difficoltà erano comuni a tanti e allora via cercando di guidare il più pulito possibile...ma appena dopo la fine del primo giro il sole ha cominciato a scaldare nuovamente il tracciato e in pochi minuti il terreno è asciugato a tal punto che sembrava un'altra gara, si pedalava tranquillamente in salita e, tranne qualche punto, il fango era sparito anche se purtroppo la pietraia ormai era sporca e non mi sono mai fidato ad affrontarla. Con una gara regolare recupero alcune posizioni e riesco a centrare l'obiettivo di entrare nei primi 10, concludo 8° soddisfatto per il risultato ma non della prestazione, i tempi sul giro e le sensazioni in gara potevano essere migliori. Dopo di me toccava ad Alessio, non ho potuto assistere alla sua prova ma credo che il terreno col passare del tempo sia ulteriormente migliorato visto che la sua Trek era quasi pulita quando l'ho visto alla fine della gara. Anche lui riesce a centrare il suo obiettivo e a portare a casa il miglior risultato della sua "seppur breve" carriera con l'ottavo posto tra gli M5. Ultimi a partire i giovani mastersport con la spaventosa prospettiva di dover percorrere 2 giri in più degli altri amatori per un totale di sei giri...come gli Elite... ??? Comunque Amedeo riesce a fare una bella gara regolare e a classificarsi 28° tra gli scatenati avversari.
Da segnalare anche la costanza della nostra presidente che si è sorbita circa 8 ore di stazionamento in area tecnica per assisterci con ruote, chiavi, ciucciotti, borracce, e chi più ne ha più ne metta, il tutto senza neppur poter prendere il sole...Grazie Daniela! Andrea Perini
Campionato Regionale ACSI A Pecco (To) è andata in scena la prova che ha promosso i campioni regionali. Domenica 19 giugno - Situato sulla sponda occidentale del grande anfiteatro morenico, il piccolo sperduto paesello di Pecco ha ospitato il Campionato Regionale Piemontese targato ACSI. Un bel tracciato di circa 6km da ripetersi più volte, senza particolari difficoltà e con un dislivello tutto sommato non eccessivo, ha fatto divertire i 90 iscritti dove si sono dati battaglia per conquistare la maglia di campione. Noi a Pacco ci siamo andati, non tanto per conquistare la maglia, sapendo di avversari molto preparati e irraggiungibili, ma ci siamo andati per vivere una bella mattinata in compagnia, in sella alle nostre MTB in un luogo veramente bello. In gara abbiamo visto un Raffaele Cappelletto sempre più in forma, stacca un tempo di 1:28:50 e 33° assoluto. Segue Andrea Marovino  in 1:33:32 e 36° assoluto. Pipistrelli Massimiliano 39° Mauro Gallone 42° Nei tre giri troviamo il maestro Anselmo Cagni 14° in 1:08:45 e Monica Grendene 27^ in 1:24:00. Come supporter abbiamo avuto il presidente Daniela Cornale e marito Atisc Salvetti. Un grazie ai fotografi Gianna e Franco. TUTTE LE CLASSIFICHE PHOTO GALLERY DI GIANNA D.
Home
Statistiche
Statistiche